PERCORSI DIDATTICI

Il territorio di Granaglione è un luogo dalle molteplici valenze naturali, paesaggistiche e culturali. Il castagno rappresenta l’essenza naturale che ha accompagnato nel tempo il vivere degli uomini, e rappresenta tutt’oggi una delle più importanti risorse di questa montagna. Importanza per l’aspetto gastronomico, ma non solo, i castagneti e la loro cura danno significato al paesaggio e all’ambiente e alle relazioni con la vita e la cultura dell’uomo.
Un apporto significativo alla rivalutazione della risorsa offerta dal castagno è stato dato dalla Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna che ha supportato diverse azioni di recupero e valorizzazione di tale coltura all’interno di un suo più ampio programma di riqualificazione e promozione dell’Appennino Bolognese.
La Società Appennino Risorse e la Cooperativa in collaborazione con l’Amministrazione Comunale ed il Consorzio Castanicoltori di Granaglione propongono alle scuole ed ai cittadini percorsi didattico-culturali.
I vari percorsi che la Cooperativa propone si svolgono all’interno del territorio di Granaglione, raccontano e mostrano la storia e la lavorazione della castagna.

Gli itinerari proposti:

Itinerari alla scoperta del Castagno

1. "Parco sperimentale didattico del castagno"

Il percorso inizia dal Castagneto, sito in località Varano, ove si possono ammirare esemplari secolari risalenti al periodo storico di Matilde di Canossa. L’estensione del castagneto è di circa 9 ettari, una parte è destinata alla coltivazione dell’essenza da legno e da frutto ed una parte si articola in percorsi didattici volti ad illustrare la particolarità delle essenze, la storia della castanicoltura, i modi colturali tradizionali e innovativi e come viene curato il sottobosco.

Attraversando le diverse aree, oltre a esaminare i vari modelli colturali, si possono osservare le tracce evolutive del castagneto: castagni morti o sofferenti per malattie, quali il “mal d’inchiostro” o il “cancro corticale”, castagni secolari accanto a giovani castagni in conseguenza di tagli, convivenza del castagno con altre essenze quali pino nero e pino silvestre, pioppo, quercia e ciliegio, dovuta a un processo naturale di ricolonizzazione del castagneto per l’assenza dell’intervento umano.

All’interno del Parco è presente un Caniccio, semplice costruzione in muratura di pietra locale con solaio e tetto in legno, avente la funzione di essiccare o affumicare la castagna raccolta.

All’interno del Parco è inoltre possibile disporre di locali per attività dimostrative e didattiche.


2. "Caniccio di Granaglione "

Essicatoio per 150 quintali di castagne fresche, di tipo tradizionale e alimentato con fuoco di legna di castagno, costruito ex novo negli anni novanta dal Consorzio Castanicoltori di Granaglione.

Le castagne raccolte vengono scaricate sul graticcio e distribuite a formare uno strato uniforme di circa 70 cm. Le castagne sono essiccate dal calore e dal fumo sprigionato dalle braci tenute al centro del pavimento sotto al graticcio, che sono mantenute vive per 40 giorni. Successivamente si procede alla “pestatura” o “battitura” che costituisce la separazione del frutto dalla buccia secca.
3. "Molino Randaragna"

Proseguendo nell’iter della castagna, nel suo processo di lavorazione ed elaborazione, un altro luogo suggestivo che i percorsi guidati offrono di visitare è il Molino Randaragna. Il molino, costruito nel XVII secolo, è dotato di tre macine ed è tuttora funzionante e qui si produce la farina di Granaglione; al suo interno è possibile osservare il processo di lavorazione attraverso cui le castagne essiccate vengono ridotte in farina.




4. "Microbirrificio Beltaine"

Un altro luogo, affascinante e curioso da visitare per la sua particolarità e unicità è il micro birrificio. La castagna si utilizza per conferire un aroma particolare alla birra artigianale.

Il micro birrificio permette una produzione di 400 litri mosto/ciclo per una produzione media annua di 100.000 bottiglie da 50 cl.

Le birre prodotte sono: Birra Bianca alle castagne e frumento, Birra alle Castagne e Birra doppio Malto castagne affumicate e ginepro. In occasione del natale si produce la Birra di Natale.

Nello stesso stabile del micro birrificio è stata allestita la Xiloteca, costituita da una raccolta di 30 campioni di differenti specie legnose selezionate tra piante caratterizzate da un portamento arbustivo o arboreo e da fusto legnoso.
Ogni campione è costituito da una sezione di fusto, lavorato in modo da rendere visibili le diverse sezioni (radiale, trasversale e longitudinale) ed evidenziare la natura anatomica del legno.

Selezionati dalla Facoltà di Agraria – Dipartimento di Colture Arboree – dell’Università degli Studi di Bologna, i campioni appartengono sia alle specie tipiche del nostro territorio sia ad alcune specie esotiche importate da lungo tempo.

Per ciascun campione viene riportato un testo descrittivo delle peculiari caratteristiche delle essenze esposte,oltre a ricordare il significato e i benefici che esse rivestivano nell’antichità. Per permettere la lettura anche a ipo e non vedenti, i testi sono stati tradotti in Braille grazie alla collaborazione con l’Istituto F. Cavazza di Bologna.


5. "Rifugio alpino di Montecavallo"

Infine, i percorsi guidati non si lasciano mancare l’opportunità di mostrarvi quanta pace e natura regnano nel territorio di Granaglione.

Il rifugio alpino di Monte Cavallo ed il contesto paesaggistico in cui è inserito offrono pace, tranquillità e ospitalità, ove è possibile gustare le specialità tradizionali della cucina locale. Il rifugio è inoltre meta di numerosi percorsi escursionistici che permettono una più approfondita conoscenza della particolare natura costituita dai castagneti matildici e da foreste secolari di faggi e conifere ove la presenza antropica emerge esclusivamente nei borghi storici.

Clicca qui

Torna al menù


Per ulteriori informazioni sui percorsi guidati
Referente: Boschi Remo – Tel 333-31 57 666-Tel: 051-655 10 44-Fax: 051-655 21 49
e-mail: birrabeltaine@alice.it

Home page       I Nostri servizi       Contatti       Normativa       Immagini       Links

Copyright 2007 ©
Cooperativa Sociale CampeggioMonghidoro. Tutti i diritti riservati.